ABRUZZO
BASILICATA
CALABRIA
CAMPANIA
EMILIA ROMAGNA
FRIULI V. G.
LAZIO
LIGURIA
LOMBARDIA
MARCHE
MOLISE
PIEMONTE
PUGLIA
SARDEGNA
SICILIA
TOSCANA
TRENTINO A. A.
UMBRIA
VALLE D'AOSTA
VENETO
 
MUSEI
Archeologia
Arte
Etnografia
Natura
Scienza e Tecnica
Specializzati
Storia
Territorio
  
MONUMENTI
Edifici Religiosi
Edifici Storici
Fontane
Murales
Opere Tecnologiche
Palazzi e Giardini
Siti Archeologici
Statue
Torri e Campanili
Villaggi
  
MUSEI & MONUMENTI 
 
CONTATTACI 
FORUM 
PREFERITI 
HOME PAGE 

Museo Archeologico "in Situ"
Museo Archeologico "in Situ"
Piazza Annunziata
Sulmona (AQ)
Si tratta della musealizzazione in situ dei resti archeologici romani venuti alla luce sotto lo storico complesso monumentale dell'Annunziata, di origine tedesca, durante scavi condotti dalla Sopraintendenza Archeologica. Sono visibili murature, elementi architettonici, mosaici e resti di affreschi di epoca romana.

Chiuso lunedý 
Orario Martedý-domenica 10.00-13.00

Biglietto: Ingresso gratuito
Informazioni: ( 0864210216



Museo di Santa Maria Orientale
Museo di Santa Maria Orientale
Via Oriente 148
Tagliacozzo (AQ)
Fondato nel 1968, il museo ha sede nel santuario di Santa Maria d'Oriente e raccoglie reperti archeologici recuperati da missionari in zone del Medio Oriente, come la Giordania e Israele. Di pregio gli oggetti dell'artigianato contemporaneo tipico dei Paesi dell'area medio-orientale.

Chiuso domenica 
Orario Estate: lunedý-sabato 9.30-12.00, 15.00-17.00 Inverno: lunedý-sabato 9.30-12.00

Biglietto: Ingresso gratuito
Informazioni: ( 0863610257



Museo Archeologico Nazionale Gaio Cilnio Mecenate
Museo Archeologico Nazionale Gaio Cilnio Mecenate
Via Margaritone 10
Arezzo (AR)
Il museo, con sede nell'ex monastero di San Bernardo, formatosi principalmente grazie a donazioni e acquisizioni da privati tra Settecento e Ottocento, offre una vasta documentazione della cultura aretina di etÓ preistorica, etrusca e romana. I pezzi di maggior pregio della raccolta sono un cratere di Euphronios raffigurante Ercole che combatte le amazzoni (5500 a.C.), un'anfora con il ratto di Ippodamia della scuola di Meldias, ceramiche dall'epoca villanoviana all'etrusca e soprattutto la celebre collezione di vasellame di epoca romana in ceramica ricoperta da una vernice color corallo e perci˛ detta dei vasi corallini (I secolo a.C.-I d.C.)

Orario Lunedý-sabato 9.00-14.00; domenica 9.00-13.00

Informazioni: ( 057520882



Museo Archeologico e Paleontologico di Farneta
Museo Archeologico e Paleontologico di Farneta
Farneta
Cortona (AR)
Nella sacrestia dell'abbazia benedettina di Farneta (IX-X secolo) Ŕ allestita questa piccola raccolta museale che comprende reperti paleontologici, archeologici e medievali rinvenuti nella zona. Interessanti i resti fossili della fauna pliocenica e villafranchiana locale, urne etrusche di travertino e due statue in terracotta del Quattrocento.

Orario Visitabile a richiesta

Biglietto: Ingresso gratuito
Informazioni: ( 0575610010



Museo dell'Accademia Etrusca
Museo dell'Accademia Etrusca
Piazza Signorelli 8
Cortona (AR)
Eterogenea raccolta di antichitÓ etrusche, romane ed egiziane oltre a dipinti e oggetti d'arte minore. Di particolare interesse sono il lampadario etrusco in bronzo raffigurante una testa di Gorgone in mezzo a decorazioni fantasiose di animali (IV secolo a.C.), una barchetta funeraria egizia con figure in legno della XII dinastia, la pittura a encausto su lavagna raffigurante la musa Polimnia (I-II secolo d.C.), un calice vitreo paleocristiano, le statuette etrusche in bronzo, il tempietto barocco con ritratti dei Medici realizzato dalla Manifattura Ginori nel 1751, e una celebre serie di medaglie del Pisanello e di Matteo de' Pasti. Notevoli i dipinti, tra cui si segnalano una splendida pala d'altare di Pietro da Cortona, un bozzetto del Piazzetta e lavori di Cristofano Allori, Mariotto di Nardo e Bicci di Lorenzo. Vengono inoltre esposte numerose opere di Gino Severini (1883-1966) donate dall'artista alla propria cittÓ natale.

Chiuso lunedý 
Orario Martedý-domenica 10.00-13.00, 16.00-19.00

Informazioni: 
( 05756304157 FAX 0575637248



Museo del Castello
Museo del Castello
Castello del Porciano 13 - Porciano
Stia (AR)
Ospitata dal 1978 nella torre del castello (XI secolo), una delle prime dimore dei conti Guidi, questa piccola raccolta, di proprietÓ privata, comprende strumenti agricoli e suppellettili domestiche in uso nell'alto Casentino; oggetti d'artigianato indiano dell'America del Nord; vario vasellame ceramico e reperti rinvenuti durante i recenti lavori di ristrutturazione del castello.

Orario 17 maggio - 15 ottobre: domenica, festivitÓ 10.00-12.00, 14.00-17.00. Visitabile anche a richiesta

Biglietto: Ingresso gratuito
Informazioni: ( 057558533



Raccolte Civiche a San Pietro in Conšavia
Raccolte Civiche a San Pietro in Conšavia
Corso Alfieri 2
Asti (AT)
Il museo ha sede presso la chiesa priorale di San Pietro di Conšavia. Istituito nel 1878, presenta reperti di etÓ romanica, barbarica e medioevale; una sala dedicata all'antico Egitto; una raccolta di fossili dell'Astigiano.

Chiuso lunedý 
Orario Martedý-sabato 9.00-13.00, 15.00-18.00; domenica 10.00-13.00

Biglietto: Ingresso gratuito
Informazioni: ( 0141353072



Museo Arti e Mestieri di un Tempo
Museo Arti e Mestieri di un Tempo
Piazza Hope
Cisterna d'Asti (AT)
Il museo ha sede nel medievale castello dei principi Del Pozzo, un imponente edificio che nella fisionomia attuale risale a una ristrutturazione sei-settecentesca. Il museo propone testimonianze dell'etnografia e della cultura materiale dell'alto Astigiano: una raccolta di oggetti e ricostruzioni di botteghe artigiane, che restituiscono il calore e l'atmosfera dell'epoca.

Orario Giugno-settembre: lunedý, martedý, giovedý-domenica 15.00-18.00 Ottobre-maggio: domenica 15.00-18.00

Informazioni: ( 0141979118



Museo Giuseppina Arcucci
Museo Giuseppina Arcucci
Via P.S. Mancini 16
Ariano Irpino (AV)
In un convento cinquecentesco vengono esposti pergamene, mappe, oggetti d'arte sacra e suppellettili, molte delle quali lascito della monache che qui abitarono. Conserva il mobilio dell'epoca la stanza che fu di Giuseppina Arcucci (1877-1944), iniziatrice della raccolta.

Orario Visitabile a richiesta

Biglietto: Ingresso gratuito
Informazioni: ( 0825871480



Antiquarium
Antiquarium
Via D.Anzani 8
Ariano Irpino (AV)
Ospitato in un settecentesco palazzo dalle volte affrescate, il museo raccoglie oggetti ceramici dell'antico borgo di Sant'Euleuterio, reperti dalla necropoli di Starza e dal Tempio italico di Casalbore

Chiuso domenica 
Orario Lunedý-sabato 9.00-13.00

Biglietto: Ingresso gratuito
Informazioni: ( 0825824839



Museo Irpino
Museo Irpino
Corso Europa
Avellino (AV)
Fondato nel 1934, documenta l'irpinia preromanica, sanitica e romana in un arco di tempo che va dal IV millennio a.C. al VI secolo d.C. Espone materiali reperiti nelle necropoli eneolitiche di Madonna delle Grazie (Mirabella Eclano) e di Ariano Irpino, nonchÚ in quella di Cairano, risalente all'etÓ del Ferro. I pezzi pi¨ preziosi sono per˛ le statuette lignee di tipo italico provenienti dagli scavi del santuario della dea Mefite nella valle di Ansanto (Rocca San Felice). Da un edificio pubblico dell'antica Abellium proviene il mosaico pavimentale, dell'etÓ imperiale, detto delle stagioni, in quanto vi si scorge l'allegoria dei periodi dell'anno; sempre da Abellinum un'urna marmorea del I secolo d.C., con la raffigurazione di Tiberio che sacrifica ad Augusto; da Aeclanum (Mirabella Eclano) arriva la statua del Niobide, replica di etÓ ellenistica, mentre dalla Dogana di Avellino proviene il Pothos, copia romana di un originale di Scopa. Vi sono inoltre una pinacoteca, con dipinti di artisti napoletani del XVII-XIX secolo, una raccolta di porcellane napoletane e straniere fra la fine del XVIII e l'inizio del XIX secolo e un presepe artistico settecentesco.

Chiuso domenica 
Orario Lunedý-venerdý 8.00-14.00, 16.00-19.00; sabato 8.00-14.00

Biglietto: Ingresso gratuito
Informazioni: 
( 082538582 FAX 0825790197



Antiquarium
Antiquarium
Largo Mercato
Grottaminarda (AV)
Raccoglie materiale di scavo del Neolitico (vaso a forma di tulipano), dell'etÓ del Bronzo (punta di lancia), dell'epoca romana (testa dell'etÓ augustea). Si segnalano inoltre le testine fittili di epoca ellenistica, la raccolta numismatica e reperti tombali risalenti al Medioevo.

Chiuso sabato, domenica 
Orario Lunedý-venerdý 8.00-13.15, 15.30-18.45

Biglietto: Ingresso gratuito
Informazioni: 
( 0825426090 FAX 0825446848



Museo Civico
Museo Civico
Piazza J.Kennedy
Paternopoli (AV)
Piccolo museo etnografico che raccoglie oggetti e utensili della locale civiltÓ contadina tra XVIII e XIX secolo.

Chiuso domenica 
Orario Lunedý, martedý, giovedý-sabato 8.00-14.00; mercoledý 8.00-14.00, 15.00-18.00

Biglietto: Ingresso gratuito
Informazioni: 
( 082771002 FAX 082771879



Museo Comunale storico
Museo Comunale storico
Piazza Garibaldi
Acquaviva delle Fonti (BA)
Presso la Biblioteca comunale Ŕ in allestimento il museo dove saranno esposte ceramiche apule e peucete (IV-III secolo a.C.) nonchÚ lame e raschiatoi risalenti al Paleolitico.

Informazioni: 
( 080761134 FAX 080761551



Museo Archeologico Statale
Museo Archeologico Statale
Via Santeramo 88
Altamura (BA)
Sono esposti reperti provenienti da Belmonte, Modugno, Palo del Colle, oltre che dal Pulo di Altamura, che risalgono al Paleolitico medio (reperti paleontologici), al Neolitico ed Eneolitico (ceramiche e reperti dell'industria litica), all'etÓ arcaica e classica (ceramiche, armi e monili). Inoltre reperti di epoca medievale, un cofanetto a smalti d'arte limosina del XIII secolo, pergamene e reliquiari precedentemente conservati nel Museo Civico.

Chiuso lunedý 
Orario Martedý-sabato 8.30-13.30, 14.30-19.30; domenica 8.30-13.30

Biglietto: gratis
Informazioni: ( 0803146409



Museo Civico
Museo Civico
Piazza Zanardelli 30
Altamura (BA)
Il museo Ŕ ospitato nel Palazzo degli Studi e raccoglie cimeli, incunaboli, cinquecentine, libri e periodici (XVI-XX secolo), dipinti di pittori pugliesi dal XVII al XIX secolo.

Chiuso domenica 
Orario Lunedý-mercoledý, venerdý, sabato 9.00-12.30, 16.00-19.00; giovedý 9.00-12,30

Biglietto: gratis
Informazioni: ( 0803111708



Museo della Cattedrale
Museo della Cattedrale
Via Bianchi Dottula
Bari (BA)
Il museo, allestito nel Palazzo Arcivescovile, comprende la pinacoteca con dipinti dal XVI al XVIII secolo e la sala del tesoro con arredi e paramenti sacri, tra cui un candelabro del XVI secolo e un busto di San Donato. Da segnalare il rotolo pergamenaceo liturgico dell'Exulter (1025-1050), lungo 525 cm e miniato con scene capovolte rispetto al testo: il diacono lo svolgeva dall'ambone, mentre leggeva la preghiera del Sabato santo.

Chiuso venerdý, domenica 
Orario Lunedý, sabato 9.30-12.30 Visitabile anche a richiesta

Biglietto: Ingresso a offerta
Informazioni: ( 0805288215



Museo Archeologico
Museo Archeologico
Piazza Umberto I
Bari (BA)
Il museo, fondato nel 1875 come Museo provinciale ed incrementatosi negli anni con reperti di scavi, ha sede nell'ottocentesco Palazzo Ateneo e raccoglie materiale archeologico pugliese proveniente da numerosi centri della regione, rappresentativi dell'antica civiltÓ apula della Daunia (provincia di Foggia), della Messapia (Salento) e della Peucezia (provincia di Bari). Da segnalare la sezione classica con le collezioni di vasi corinzi, attici a figure nere e attici a figure rosse di importazione dalla Grecia; i vasi di produzione locale di imitazione greca (IV secolo a.C.), di tipo indigeno di varia forma e decorazione (VI-III secolo a.C.), sovradipinti su fondo nero, soprattutto del tipo di Gnathia (IV-III secolo a.C.). Vi sono conservati anche materiale litico e ceramico preistorico del Gargano, iscrizioni latine di etÓ romana, terrecotte figurate delle fabbriche di Taranto e di Canosa, vasi plastici da Canosa, gioielli, ambre scolpite, vetri di etÓ romana, bronzi arcaici e romani. Il ricco medagliere contiene numerosi esemplari di etÓ greca, bizantina, arabo-normanna e medievale.

Informazioni: ( 0805211559



Sala del Tesoro di San Nicola
Sala del Tesoro di San Nicola
Largo Abate Elia
Bari (BA)
Il museo, ordinato nella navata destra della celebre basilica romanica di San Nicola, presenta i pezzi superstiti del Tesoro (reliquiari, candelieri, manoscritti miniati), ai quali sono stati aggiunti dipinti, suppellettili, arredi e soprattutto sculture, spesso frammentarie, rinvenute all'interno delle torri o sotto i pavimenti del transetto e della cripta durante recenti lavori di restauro. Si segnalano le reliquie dalla Terra Santa (sec.XIII), le icone donate dai sovrani russi e serbortodossi e gli smalti normanno-angioini.

Orario Visitabile a richiesta

Biglietto: Ingresso gratuito
Informazioni: ( 0805237247


Monumenti: Basilica di San Nicola

Museo Civico Eustachio Rogadeo
Museo Civico Eustachio Rogadeo
Via G.Rogadeo 52
Bitonto (BA)
Il museo, aperto nel 1962, ha sede nel settecentesco palazzo Rogadeo. Raccoglie reperti archeologici preistorici e di epoca greco-romana (ceramica) provenienti dall'area urbana, un monetario, sculture e alcuni dipinti (XVII-XVIII secolo). A pianterreno Ŕ allestita la pinacoteca costituita dalla donazione Cuonzo (1980), che comprende opere di artisti pugliesi dell'Ottocento e del Novecento.

Chiuso sabato, domenica 
Orario Lunedý-venerdý 9.30-13.30, 15.30-18.30

Biglietto: Ingresso gratuito
Informazioni: 
( 0803751877 FAX 0808744558



Museo Civico
Museo Civico
Via San Benedetto 18
Conversano (BA)
In un'ala appositamente riattata del monastero di San Benedetto (eretto nel X-XI secolo e trasformato nel XVI-XVII), sono esposti reperti archeologici dalla preistoria all'etÓ ellenistico-romana provenienti dall'area sudorientale barese, oggetti d'arte del Medioevo e di etÓ moderna, dipinti dai primitivi al XVIII secolo.

Chiuso lunedý 
Orario Martedý-sabato 9.00-12.00, 16.00-19.00; domenica 9.00-12.00

Biglietto: Ingresso gratuito
Informazioni: 
( 0804951975 FAX 0804953252



Museo Archeologico Nazionale
Museo Archeologico Nazionale
Piazza dei Martiri del 1799 1
Gioia del Colle (BA)
Il museo, allestito al piano terra del castello normannosvevo, comprende reperti datati tra il VI ed il II secolo a.C., provenienti dalle necropoli di Monte Sannace e di Santo Mola. Vi compaiono corredi tombali con vasi in ceramica attica a figure nere e rosse, vasi protoitalioti di produzione tarantina e lucana, ceramica del tipo di Gnathia, vasellame grezzo d'uso domestico, manufatti metallici, armi in bronzo e ferro.

Orario Lunedý-domenica 9.00-13.00, 16.00-19.00

Informazioni: ( 0803481305



Raccolta Archeologica
Raccolta Archeologica
Piazza Umberto I 12
Giovinazzo (BA)
La raccolta, costituita nel 1968 a cura della Pro Loco, comprende reperti vascolari del IV secolo a.C., monete di etÓ greco-romana e tardoantica provenienti da una necropoli del territorio circostante, oltre a reperti litici di epoca medievale.

Orario Lunedý-domenica 10.00-12.00, 17.00-20.00

Biglietto: Ingresso gratuito
Informazioni: ( 0803941052



Museo Ettore Pomarici Santomasi
Museo Ettore Pomarici Santomasi
Via Museo 20
Gravina in Puglia (BA)
Costituito grazie a un legato di Ettore Pomarici Santomasi, il museo Ŕ ubicato nel palazzo seicentesco che lo stesso barone don˛ al comune nel 1917. Al pianterreno Ŕ stata magistralmente ricostruita la cripta della chiesa rupestre di San Vito Vecchio, le cui pareti sono decorate con affreschi bizantineggianti databili tra la fine del Duecento e l'inizio del Trecento (Cristo Pantocratore, le Vergini e Santi). Nell'androne sono elementi architettonici di varie epoche (capitelli, lastre, architravi); al secondo piano Ŕ disposta una sezione archeologica con reperti provenienti dal colle di Botromagno. La pinacoteca conserva tele del Seicento e del Settecento, tra cui, di rilievo, opere di Ludovico Carracci e Francesco Guarino.

Chiuso lunedý 
Orario Martedý-sabato 9.00-13.00, 16.00-18.00; domenica 9.00-12.30

Informazioni: ( 0803251021



Museo Diocesano Achille Salvucci
Museo Diocesano Achille Salvucci
Via Eltica Della Chiesa
Molfetta (BA)
Il museo, che ha sede nel Seminario vescovile, ordina materiale rinvenuto nel Pulo di Molfetta (IV-II millennio a.C.) e a Terlizzi. Oltre a materiali fittili e manufatti litici, raccoglie armi, utensili, fossili, frammenti di ceramica e corredi tombali peuceti (VIII-III secolo a.C.) ed ellenistici. La pinacoteca espone tele del XVII e XVIII secolo e sculture in legno di arte sacra.

Orario Visitabile a richiesta

Biglietto: Ingresso a offerta
Informazioni: ( 0803971559


Trovati: 2907  
Pagina Precedente   1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20   Pagina Successiva
21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40
41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60
61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80
81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100
101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117