Visualizza Tutto
Musei & Monumenti
Sagre & Tradizioni
 
CONTATTACI 
FORUM 
PREFERITI 
HOME PAGE 
     DATI TERRITORIO     MONTALCINO  SI 
 Regione: Toscana   Provincia: Siena 
 Popolazione: 5.118   Altitudine: 567 metri slm  Zona Climatica: E
  Latitudine: 43░ 03' 24" N    Longitudine: 11░ 29' 24" E 
 
     MUSEI & MONUMENTI     MONTALCINO  SI 

Musei Civico e d'Arte Sacra Diocesano
Musei Civico e d'Arte Sacra Diocesano
Via Ricasoli
Montalcino (SI)
Riunite nel 1998 nell'ex complesso conventuale di Sant'Agostino, con due bei chiostri del Cinquecento, le due raccolte cittadine espongono una ricca campionatura di dipinti di scuola senese del XIX e XV secolo (Bartolo di Fredi, Sano di Pietro, Luca di TommŔ), arredi liturgici, corali miniati, vasi sacri e un cospiquo gruppo di sculture lignee dipinte pure di scuola senese, tra cui una splendida Croce dipinta del XII-XIII secolo, una delle pi¨ antiche opere di pittura senese, proveniente dalla vicina abbazia benedettina di Sant'Antimo. Tra i dipinti, si segnalano una Madonna col Bambino della bottega di Simone Martini e la Madonna dell'UmiltÓ di Giovanni Paolo. Il museo conserva anche una collezione di boccali in maiolica prodotti localmente tra la fine del Duecento e gli inizi del Trecento.

Chiuso lunedý 
Orario Aprile-dicembre: martedý-domenica 10.00-18.00 Gennaio-marzo: martedý-domenica 10.00-13.00, 14.00-16.00

Informazioni: 
( 0577846014 FAX 0577849331



Museo Storico del Vetro e della Bottiglia G.F. Mariani
Museo Storico del Vetro e della Bottiglia G.F. Mariani
Castello di Poggio alle Mura
Montalcino (SI)
Nel museo, allestito nel vasto castello medievale di Poggio alle Mura, ora villa Banfi e sede di un'azienda agricola, sono esposte bottiglie e vetri databili dall'epoca tardoromana ai giorni nostri. Interessanti la collezione di bottiglie inglesi del XVIII secolo e quella di bottiglie di vetro soffiato di Murano dei secoli XVIII e XIX.

Orario Lunedý-domenica 10.00-19.00

Informazioni: ( 0577816001


     SAGRE & TRADIZIONI     MONTALCINO  SI 
Sagra del tordo
Montalcino (SI)

Ultima domenica di ottobre

Fu al tempo di Cosimo I de' Medici, nel XVI secolo, che si decise di istituire una sagra per offrire alla signora di Fortezza i prodotti della terra e la selvaggina cacciata nei vicini boschi.
Da allora un corteo di 150 persone, paggi e dame, arcieri e trombettieri in costumi trecenteschi accompagna la delegazione che porta i doni. Nel pomeriggio poi si disputa una gara di tiro con l'arco sul piazzale antistante la Rocca eretta dai senesi nel 1361. I quattro quartieri della cittadina si disputano la freccia d'argento (ma ogni dieci anni essa Ŕ d'oro) messa in palio, mirando alle sagome di cinghiale celate in un fitto boschetto. Gli arcieri sono due per quartiere e hanno a disposizione ciascuno quindici frecce. L'emozione della gara fa dimenticare che gli archi sono moderni strumenti in fibra di vetro e che i cinghiali sono confezionati con la juta. Segue una degustazione degli straordinari vini locali, famosi in tutto il mondo, accompagnati da bruschette, tordi allo spiedo, donzelline (pasta di pane lievitata e fritta) e caciotte. Dame e cavalieri danzano poi il trescone e altre antiche danze popolari fino a tarda notte.



Trovati: 3  
  Pagina Precedente